0%


Presentazione 1° premio Paolo Villaggio

LameziaFilmFest presenta il  PREMIO PAOLO VILLAGGIO 2018

Durante la quinta edizione del Lamezia Film Fest (che per il triennio 2017-2019 fa parte del più ampio progetto Vacantiandu, ammessa ai finanziamenti regionali ed europei, PAC 2014-2020) avrà luogo la prima edizione del Premio Paolo Villaggio.

Il premio, ideato da GianLorenzo Franzì -Direttore del LameziaFilmFest- e progettato con la collaborazione della famiglia del grande attore genovese, sarà un premio esclusivamente dedicato alla Commedia, in una sua particolare declinazione: ovvero quella che deriva dalla celebre “commedia all’italiana” così come codificata dalla Trinità Risi-Scola-Monicelli, ma che ha saputo aggiornarsi e prendere una strada autonoma, una Commedia che prende le sembianze dell’attualità trasfigurando in una comicità surreale e grottesca, proprio secondo i canoni stabiliti da Fantozzi e seguenti.

Si sa che Fantozzi era prima di tutto un libro, scritto proprio da quel Paolo Villaggio che ne avrebbe poi interpretato il personaggio in numerosi film a seguire, il cui primo fu diretto da un Luciano Salce straordinariamente vicino a Cesare Zavattini. Ma Paolo Villaggio esondava i limiti del semplice “personaggio”: dalla tv alla letteratura al cinema, creò un mondo, un universo cinematografico e poetico che avrebbe trasceso i limiti del genere comico per entrare a far parte addirittura del lessico comune -“fantozziano” entra a far parte della Treccani definendo “di persona, impacciato e servile con i superiori; anche di accadimento penoso e ridicolo”.

Era quindi doveroso ricordare Paolo Villaggio, il suo mondo, la sua caratura d’interprete, la sua poetica e tutto quello che ha significato e significa tutt’oggi per il cinema: quindi un Premio che mette in evidenza i film che nascono e crescono e si declinano attraverso una critica sociale, culturale e politica trasfigurata nella comicità surreale più adatta a descrivere il nostro confuso presente.

Il primo Premio Paolo Villaggio vedrà premiato, come miglior attore 2018, Maccio Capatonda: uno dei geni più esuberanti degli ultimi tempi, partito dal web e dilagato poi in tv e al cinema, dove ha potuto esprimere al meglio il suo talento multiforme. Che parte dal “basso”, dalla storpiatura grammaticale della lingua italiana, per poi espandersi e comprendere una “poetica del brutto” (similmente a quella di Fantozzi) che guarda da vicino alle macerie morali e strutturali dell’epoca postmoderna, dove la cultura sembra essere stata sostituita dalla supremazia dei media e dei social.

Il miglior film 2018 invece sarà scelto fra Io C’è, lo splendido apologo a firma Alessandro Aronadio; Metti La Nonna In Freezer, girato da Giuseppe Stasi e Giancarlo Fontana; e Sono Tornato per la regia di Luca Miniero. Il vincitore sarà proclamato nella serata conclusiva del LameziaFilmFest 2018, il 17 novembre, quando avrà luogo la cerimonia di premiazione del primo Premio Villaggio.

Ma il Premio Paolo Villaggio non è fatto di soli “premi”.

Numerosi infatti saranno gli omaggi e le attività studiate ad hoc per ricordare e celebrare al meglio l’immortale genio genovese.

  • prima di tutto, una tavola inedita del Maestro Milo Manara: schizzato proprio da lui, alla presenza di Villaggio stesso e di Federico Fellini, è uno studio mai utilizzato per il progetto Il Viaggio Di G. Mastorna. Un illustrazione preziosa che il Maestro Manara ha voluto donare al Lamezia Film Fest come sentimento di ringraziamento e di affetto verso l’amico Paolo, e che vedrà la luce proprio insieme al logo del Premio Villaggio, di cui sarà d’ora in poi il simbolo potente;
  • poi, la Infinite Statue ha realizzato una statua di Fantozzi: per l’azienda, leader del settore, è la prima volta nella quale si occupa di un personaggio italiano, a sottolineare la potenza evocatrice ed iconica dell’immortale maschera creata da Villaggio. La statuetta farà bella mostra di sé proprio durante il Lamezia Film Fest, dopo essere stata ufficializzata alla Fiera del Fumetto di Lucca;
  • se il Premio Paolo Villaggio concluderà con magniloquente grandeur la giornata di chiusura del LameziaFilmFest 2018, l’apertura sarà invece dedicata al documentario La Voce Di Fantozzi: presentato alla 74^ Mostra del Cinema di Venezia, è una sorta di biopic sui generis che porta la firma, per la regia, dello stesso figlio Piero e del critico Mario Sesti. Un documento prezioso e suggestivo. Oltre all’opera di Sesti, saranno proiettati anche il film Fantozzi di Luciano Salce e il docu Alla Finfinfinfirinfine, di Francesco D’Ascenzo;
  • inoltre, il Lamezia Film Fest organizzerà degli speciali eventi con i ragazzi delle scuole superiori per un incontro con tutta l’arte che gira intorno a Paolo Villaggio: dai film alla televisione per arrivare lì dove tutto è iniziato, ai libri, mostrando tutti gli influssi, le suggestioni, le correnti letterarie che hanno portato alla creazione del rag. Ugo Fantozzi;
  • per ultimo, ma non certo per importanza, una mostra, un’installazione storica ed unica: un percorso fotografico, creato grazie alle splendide, malinconiche fotografie piene d’amore dell’archivio personale della famiglia che Elisabetta e Piero, i figli, hanno messo a disposizione del Festival, che mostrerà l’incredibile carriera dell’attore/autore specchiandola nel suo lato più intimo e privato, ritraendolo quindi con star mondiali ma anche con i suoi affetti più cari.

L’appuntamento è allora per la quinta edizione del LameziaFilmFest-LFF5, dal 13 al 17 novembre 2018, al Chiostro San Domenico di Lamezia Terme (CZ).

Il supporto materico del Premio sarà ideato e creato dal M° Orafo Eugenio Rocca.

Fantozziofficial.com © 2018
Tutti i diritti riservati.

×

Tu Mancia! Tu Mancia!

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.